\\ Home Page : Articolo : Stampa
Il giorno dopo
Di Adriano (del 08/10/2009 @ 15:26:04, in Vignetta-Blog, linkato 5048 volte)

come sapete ormai tutti, il Lodo Alfano e' stato dichiarato illeggittimo dall'alta corte costituzionale la quale ha motivato tale sentenza affermando che la legge voluta dall'attuale maggioranza all'indomani delle elezioni viola l'articolo 2 e 138 della costituzione.

Per rinfrescarci la memoria:

Art. 3. Tutti i cittadini hanno pari dignita' sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Art. 138. Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione.

Indipendentemente dal colore politico che si ha credo chiara la scelta della corte. La sentenza non stravolge il quadro politico, non credo ad elezioni anticipate come risultato di tale sentenza. Si va a processo e basta. Non c'e' bisogno di fare tutta sta caciara:

"Faro vedere agli italiani di che pasta sono fatto".

"Andremo avanti piu' forte di prima".

"Il presidente della Repubblica e' stato eletto da una maggioranza di sinistra. Ha radici totali nella sua storia di sinistra e anche il suo ultimo atto di nomina di uno dei giudici della Corte Costituzionale dimostra da che parte stia".

[rivolgendosi a Rosi Bindi a Porta a Porta] "Piu' bella che intelligente"

"In Italia abbiamo una minoranza di giudici di sinistra, una stampa di sinistra con a capo "Repubblica", una Rai che, a parte lei signor Vespa, va contro il governo, e in piu' un capo dello Stato espressione della vecchia maggioranza di sinistra"

Mi sa che la misura sia colma. Se il centro destra propone una manifestazione pro-Berlusconi se io fossi segretario del PD ne organizzerei una contemporanea contro. Tutti in piazza a marciare su Roma.

Ovviamente il Lodo e' in prima pagina e sotto scritto piccolo:

Giovanni Alongi, rappresentante della famiglia di Aragona ed ora pentito: "Il padre di Alfano ci chiedeva voti per il figlio" ed anche "Binnu [Bernando Provenzano] ci disse di appoggiare Forza Italia" parole del pentito Giuffre.

Per leggere gli articoli:

http://www.adrianobasile.net/news.asp?id=533

http://www.adrianobasile.net/news.asp?id=534