\\ Home Page : Articolo : Stampa
Cogne! Un pensiero al piccolo Samuele
Di Adriano (del 27/05/2008 @ 08:42:46, in Blog, linkato 5296 volte)
Ritengo assurdo continuare a parlare di Annamaria Franzoni e della grazia che le si dovrebbe concedere. La morbosita' aveva gia' raggiunto limiti angoscianti durante le puntate di Porta a Porta in cui Vespa con il plastico del villino di Cogne mostrava la posizione sul letto del piccolo Samuele quando e' stato colpito ripetutamente in modo brutale. Tre gradi di giudizio hanno condannato a sedici anni di carcere una persona per omicidio, non sono stati dati alla Franzoni attenuanti particolari ma sedici anni pieni. Non e' passata con il rosso in stato d'ebbrezza, la perizia psichiatrica non l'ha giudicata incapace di intendere nell'atto che ha commesso. E allora che sconti la propria pena! Confrontiamo questo caso con uno piu' semplice: un padre abusa di una figlia. Viene allontanato da casa e condannato a qualche anno di carcere, se noi fossimo la madre dell'abusata quanto ci sentiremmo sicuri a far ritornare quel padre a casa propria? Quanto crederemmo al suo pentimento? Quando avremo la certezza che nostra figlia sia al sicuro lasciata da sola a casa con il padre? A quanti chiedono la liberazione della Franzoni proporrei di farla diventare baby-sitter dei propri figli! Ci sentiremmo sicuri a lasciarli da soli a casa con l'Annamaria? Concludo con una constatazione amara: Samuele avrebbe festeggiato altri cinque compleanni, altri cinque natali e pasque, avrebbe ricevuto cinque anni di regali e giocattoli. Annamaria Franzoni ha rubato una vita, ha privato un bambino dal crescere e creare altre vite. Quante parole son state spese per lui?