Adriano Basile
  BENVENUTO     
«
 
Eventi
<
Settembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- -- 01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 -- -- -- -- -- --

Questa settimana

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 10
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti


I preferiti
New Blog (11732)
New Blog (11104)
Antimafiaduemila (2988)
La mia libreria (2215)
Repubblica (2050)
Unita' (1986)
PhD Ingegneria di Catania (1902)
Situazione Traffico (1896)
STMicroelectronics (1895)
Corriere della Sera (1757)
Unict (1713)
NoiseFromAmerika (1612)
Ilsole24ore (1396)


google
Google

Visite
Web site analytics
utenti collegati

 
Adriano Basile Blog
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Adriano (del 30/09/2010 @ 14:01:13, in Vignetta-Blog, linkato 6665 volte)

 Come m'aspettavo ieri e' stata approvata la fiducia al governo Berlusconi, i voti favorevoli son stati 342 quindi piu' dei 316 necessari. Ma la fatidica soglia dei 306 deputati, esclusi i Finiani e i Lombardiani, che avrebbe fatto passare notti tranquilli al cavaliere non s'e' raggiunta. Infatti, escludendo questi si e' arrivato a 298 voti. Pochini...

...ed ecco che gia' si parla di votare in primavera...

Il discorso di Berlusconi e' sembrato a molti gonfio ma vuoto, Barbareschi ieri in TV lo rappresentava come la brutta copia del discorso del '94. Pochi accenni alla disoccupazione e la carenza di lavoro, Davide ci fa notare che per 240 posti all'IKEA di Catania sono arrivate gia' 40000 domande:
http://www.adrianobasile.net/news.asp?id=597

Nessun accenno o quasi allo scontro tra lui e Fini declassato come un incidente di percorso.

Molte polemiche invece per quello che Antonio Di Pietro ha detto in aula. Beh, con toni severi secondo me ha detto la verita'. Ecco il testo del suo intervento e giudicate da voi:

"Sig. presidente del Consiglio,
Lei e' uno spregiudicato illusionista, anzi un pregiudicato illusionista che, anche oggi, ha raccontato un sacco di frottole agli italiani, descrivendo un'Italia che non c'e' e proponendo azioni del Governo del tutto inesistenti e lontane dalla realta'.

Fuori da qui c'e' un Paese reale che sta morendo di fame, di legalita' e di democrazia e Lei e' venuto qui in Parlamento a suonarci l'arpa della felicita' come fece il suo predecessore Nerone mentre Roma bruciava.
Quella stessa Roma che anche oggi i barbari padani vogliono mandare al rogo, insieme alla bandiera e all'Unita' d'Italia.
Sono sedici anni che racconta le stesse frottole, ma le uniche cose che ha saputo fare finora sono una miriade di leggi e provvedimenti per risolvere i suoi guai giudiziari o per sistemare i suoi affari personali.

Al massimo, ha pensato a qualche altro suo amico della cricca, assicurando a lui prebende illecite e impunita' parlamentari, proprio come prevede il vangelo della P2, Cosentino, Dell'Utri e compagnia bella docet!
Anzi, no! Un'altra cosa lei e' stato ed e' bravissimo a fare, e lo ha dimostrato ancora una volta in questi giorni: comprare il consenso dei suoi alleati ed anche dei suoi avversari. I primi pagandoli letteralmente con moneta sonante, con incarichi istituzionali, con candidature e ricandidature di favore; i secondi ricattandoli con sistematiche azioni di dossieraggio e di killeraggio politico di cui lei e' maestro.

Si', perche' Lei, sig. Berlusconi e' un vero "maestro": intendo dire un maestro della massoneria deviata, un piduista di primo e lungo corso, un precursore della collusione e della corruzione di Stato.
Anzi di piu'. Lei e' l'inventore di una forma di corruzione di nuovo conio, piu' moderna e progredita: cambiare le leggi in modo da non far risultare piu' reato quel che prima lo era e in modo da non rendere piu' punibili coloro che prima potevano essere condannati.

Questa mattina, Lei si e' gonfiato il petto ricordando un nobile principio liberale: "Ad ognuno deve essere consentito fare tutto tranne cio' che e' vietato".
Certo, ma chi, in Europa, ha scritto con il proprio sangue questo tassello di democrazia liberale non pensava affatto che un giorno si sarebbe trovato davanti ad un signorotto locale che avrebbe dichiarato "non vietato" tutto cio' che gli pareva e piaceva a lui e che non era la legge a governare il sistema ma doveva essere Lui a governare la legge.

Lei, sig. Berlusconi, non e' un presidente del Consiglio ma e' uno "stupratore della democrazia" che, dopo lo stupro, si e' fatto una legge, anzi una ventina di leggi ad personam per non rispondere di stupro!
Lei non e', come alcuni l'hanno definito, uno dei tanti tentacoli della piovra.
Lei e' la testa della piovra politica che in questi ultimi vent'anni si e' appropriata delle istituzioni in modo antidemocratico e criminale per piegarle agli interessi personali suoi e dei suoi complici della setta massonica deviata di cui fa parte.
Lei, oggi, ci ha parlato della volonta' del Governo di implementare la lotta alla corruzione, all'evasione fiscale, alla criminalita' economica delle cricche.

E che fa si arresta da solo? O ha deciso di prendersi a schiaffi tutte le mattine appena si alza e si guarda allo specchio?
Lei si e' impossessato e controlla il sistema bancario e finanziario del Paese.
Lei controlla le nomine degli organi di controllo che dovrebbero controllare il suo operato.
Lei fa il ministro dello Sviluppo Economico e, come tale, prende decisioni a favore del maggior imprenditore italiano, cioe' Lei (e dico maggior imprenditore, non migliore come maggiore e non migliore e' l'imprenditoria mafiosa).

A Lei non interessa nulla del bene comune perche' si e' messo a fare politica solo per sfuggire alla giustizia per i misfatti che ha commesso.
Non lo dico solo io. Lo ha detto pure il direttore generale delle sue aziende, Fedele Confalonieri, ammettendo pubblicamente che "se Berlusconi non fosse entrato in politica noi oggi saremmo sotto un ponte o in galera".

Lei si e' impossessato dell'informazione pubblica e privata e la manipola in modo scientifico e criminale.
Un esempio? La casa di Montecarlo venduta da Alleanza nazionale. Lei e i suoi amici dell'informazione avete fatto finta di scandalizzarvi nell'apprendere che, dietro quella compravendita, c'e' una societa' off-shore situata in un paradiso fiscale.

Ma si guardi allo specchio, imputato Berlusconi: Lei di societa' off-shore ne ha fatte ben 64 proprio per nascondere i proventi dei suoi reati societari e fiscali e per pagare tangenti ai politici e ai magistrati e lo ha fatto ricorrendo a quell'avvocato inglese David Mills, condannato per essere stato, a sua volta, da lei corrotto per mentire ai giudici e cosi' permetterle di ottenere un'assoluzione comprata a suon di bigliettoni.
Gia'! Perché la magistratura che Lei ha corrotto: quella a Lei piace.

Invece, non le piace quella che vuole giudicarla per i suoi misfatti, tanto e' vero che ora, al primo punto del suo "vero programma", quello di cui oggi non ha parlato, c'e' la reiterazione del Lodo Alfano, cioe' proprio di quella legge che deve assicurarle l'impunita' per un reato gravissimo che lei ha commesso: la corruzione di giudici e testimoni.

Solo per questo fatto, Lei non meriterebbe un minuto in piu' di rappresentare il Governo italiano e se ancora riesce a starci e' solo perché compra i voti ricattando quei parlamentari che si rassegnano a vivere vigliaccamente senza onore o senza coraggio!
Questo e' il ritratto che noi dell'Italia dei Valori abbiamo di Lei, sig. Berlusconi!
E Lei, oggi, viene a chiederci la fiducia?

Lo chieda, ma non a noi.
Lo chieda a quelli che ha comprato o ricattato.
Lo chieda ai parlamentari di Futuro e Liberta' che finalmente si sono resi conto con chi avevano e hanno a che fare ma non trovano, o non hanno ancora trovato, il coraggio di dissociarsi dal macigno immorale che Lei rappresenta.
Lo chieda al presidente Fini che nel suo discorso estivo a Mirabello ha detto esattamente (ed anzi di piu') delle cose che sto dicendo io e ancora indugia a staccare la spina, passando, suo malgrado, da vittima a complice delle sue malefatte!
Lo chieda a tutta quella pletora di disperati che in questi giorni ha convocato a casa sua per offrire loro prebende o per minacciare imbarazzanti rivelazioni e che ora, abbagliati da improvvisa ricchezza o intimoriti dai dossieraggi che Lei ha architettato e commissionato, hanno deciso di vendere la loro anima e il loro onore dandole una fiducia che non merita!
Non lo chieda a noi che siamo stati primi a smascherare le sue reali e criminali intenzioni."

Bel discorso! Complimenti.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
 
Di Adriano (del 28/09/2010 @ 08:25:41, in Vignetta-Blog, linkato 6067 volte)

Mentre Berlusconi si prepara al discorso alla camera di domani, che dira' mai l'omino della provvidenza? E soprattutto chi gli dara' fiducia? I Berlusconiani? I Bersaniani? I Casinisti? I Finiani? I Lombardiani?

Tutte nuove razze d'essere ominide che si caratterizzano dal nome del proprio capo tribu'. Veramente sembriamo al parco giochi delle minchiate. Eh scusate se non bippo la parolaccia, ma mi sentirei fuori dal normale. Se ormai e' gergo comune darsi del "pezzo di merda" (leggasi Sgarbi a Marco Travaglio) o dei "porci" (leggasi Bossi ai Romani), io credo che dalle righe di una mail o di un blog credo di potermi permettere di dire che questi ed altri personaggi sparano minchiate...

...mentre scrivo c'e' Gaucci all'Infedele che racconta che "andava a Santo Domingo perche' si trovava bene, va spesso in vacanza li'". E per fortuna c'e' Gad Lerner che gli fa notare che mentre era li' in Italia c'era sulla sua capoccia un mandato d'arresto. Ergo: era latitante per la legge italiana.

...e ancora: "ho intestato molte case alla signora Tulliani [sua compagna all'epoca dei fatti, ed ora compagna di Fini] perche' le facevo dei regali". Non per evadere il fisco, ma solo per affetto. E allora perche' vuoi i soldi indietro caro Gaucci? E non li vuole per se ma per darli al fisco...

...e ancora altre minchiate made in sicily, Lombardo: "qualcuno degli amici di Fini, che non l'ha seguito negli ultimi mesi ma che ha fondato con lui il suo partito, ora per farsi bello al presidente del consiglio lo sta vendendo". E ancora: "qualcuno lo sta facendo con me, in fatti un giornale gratuito della mia citta' sta seminando false notizie ...". Scoop? No, Don Raffaele si riferisce a SudPress: www.sudpress.it ne avevo parlato settimana scorsa. Ma chi ha ragione? O meglio chi dice la verita' e chi spara la minchiata?

Concludo con l'ultima in anticipo, domani tra le parole dell'omino della provvidenza ci saranno: "...vogliamo continuare ad essere il governo del fare ... quello che non ha aumentato la pressione fiscale...". Ah si'?
E se la CGIL calcola che gli operai hanno perso potere d'acquisto per 5000 Euro, e se aumenta il prezzo delle sigarette non e' un aumento in proporzione della pressione fiscale.

Se portare le sigarette a 10 Euro il pacchetto porterebbe a convincere i fumatori a smettere di fumare sarei il primo promotore di tale battaglia, ma sappiamo benissimo che non e' cosi'. Il fumo e' un vizio e come tale va considerato ed eventualmente curato. Ma siccome in Italia esistono i monopoli di stato, ecco che si lucra sul vizio, sulla malattia (tabagismo) che esso comporta. Altro che bastone e carota, questo e' uno stato con frusta e bastone.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
 
Di Adriano (del 24/09/2010 @ 08:59:31, in Vignetta-Blog, linkato 6468 volte)

 L'altro ieri c'e' stata alla Camera dei Deputati una importante votazione. L'approvazione o meno dell'uso delle intercettazioni telefoniche da parte dei giudici nel caso di Nicola Cosentino.

Al di la' del voto, che ha visto perdere il centro sinistra piu' che vincere il centro destra, mi preme sottolineare a chi non lo sapesse cosa si e' votato. Infatti, l'altro ieri ad otto e mezzo, su La7, e ieri ad AnnoZero l'On. Granata e l'On Di Pietro hanno provato a spiegare il "cosa" oltre al "come".

Oggi ci provo anch'io prendendo spunto da un articolo del Fatto dello scorso Luglio ed allegando la richiesta del giudice del gennaio scorso. Parliamo di una richiesta che ha gia' superato tutti e tre i gradi di giudizio.

Innanzitutto la Camera ha gia' bocciato un mandato d'arresto per l'on. Cosentino. Se un giudice chiede l'arresto per un parlamentare sara' uno sprovveduto?

Allora, parliamo di 46 intercettazioni telefoniche che secondo i magistrati di Napoli inchiodano il sottosegretario Nicola Cosentino e allo stesso tempo imbarazzano politicamente Gianfranco Fini. In queste conversazioni, tra il 2002 e il 2004, si sente Cosentino che conversa di affari, nomine e discariche, con tre protagonisti del traffico dei rifiuti di Gomorra (il libro di Saviano): i fratelli Sergio e Luigi Orsi e il presidente del consorzio CE4, Giuseppe Valente.

Di questi, Luigi Orsi sara' ucciso nel 2008. Sergio Orsi e Valente saranno invece arrestati per i loro rapporti con i casalesi e poi condannati.

Durante una delle intercettazioni, il sottosegretario Cosentino promette al telefono a Valente di intervenire per evitare lo scioglimento del comune di Mondragone per infiltrazione mafiosa e fissa appuntamenti alle stazioni di servizio con modalita' che per il gip sono utili "in prospettiva accusatoria".

E poi ci sono le telefonate di raccomandazione che dimostrano il controllo politico di Cosentino dei consorzi della raccolta dei rifiuti, infiltrati dalla camorra.

Il PDL dice: un deputato non puo' essere intercettato. Bella minchiata. Deve essere prima richiesta l'autorizzazione alla Camera. Seconda Bella Minchiata. Inoltre, il deputato nato a Casal di Principe ed eletto a Caserta e' stato intercettato "passivamente". Non era lui il bersaglio dei pm ma i suoi amici di cui sopra.

Mentre parlava con gli imprenditori legati alla camorra che erano indagati e che poi saranno condannati, la voce di Cosentino e' entrata casualmente nelle cuffie dei Carabinieri.

Ma cosa c'e' nelle trascrizioni depositate in giunta? Un primo blocco di 24 telefonate sono state intercettate, dal giugno 2002 al gennaio 2003, sull'utenza dell’ex presidente del consorzio Ce4, addetto alla raccolta dei rifiuti in provincia di Caserta, Giuseppe Valente. Un secondo blocco comprende undici telefonate intercettate sul telefonino di Sergio Orsi, protagonista indiscusso della raccolta dei rifiuti secondo i magistrati. Queste telefonate vanno da aprile a maggio 2004. Mentre altre 11 telefonate di Cosentino, avvenute dal febbraio del 2004 al 2 agosto di quell’anno, sono intervenute tra il sottosegretario e il fratello di Sergio Orsi, quel Michele Orsi che poi, dopo avere parlato con i pm, sara' ucciso nel 2008 con 17 colpi dai sicari del boss Setola. Tutte le 46 telefonate sono utili per l'accusa, secondo il gip, perche' provano i contatti di Cosentino con soggetti come Orsi, considerato "intraneo alla camorra" o come Valente "condannato a 5 anni e 4 mesi per undici violazioni del codice penale" che vanno dal concorso esterno al clan camorristico, alla truffa con aggravante di mafia.

E non e' tutto! Successivamente alla votazione per Cosentino, l'Assemblea della Camera ha deliberato l'insindacabilita', ai sensi dell'articolo 68, primo comma, della Costituzione, nell'ambito di procedimenti giudiziari nei confronti del deputato Berlusconi (Doc. IV-ter, nn. 8/A, 13/A e 17/A); nell'ambito di un procedimento contabile nei confronti di Francesco De Lorenzo, Giulio Di Donato e Ugo Grippo, deputati all'epoca dei fatti, (Doc. IV-ter, n. 9-A); nell'ambito di un procedimento civile nei confronti del deputato Berlusconi (Doc. IV-ter, n. 14-A) e nell'ambito di un procedimento civile nei confronti del deputato Guzzanti (Doc. IV-ter, n. 15-A).

La Camera ha altresi' deliberato la sindacabilita', ai sensi dell'articolo 68, primo comma, della Costituzione, nell'ambito di un procedimento penale nei confronti del deputato Zazzera (Doc. IV-ter, n. 16-A).

Da ultimo e' stata deliberata l'insindacabilita', ai sensi dell'articolo 68, primo comma, della Costituzione, nell'ambito di un procedimento penale nei confronti di Paolo Cirino Pomicino, deputato all'epoca dei fatti. (Doc. IV-quater, n. 15).

Ma che dice l'art. 68:
"I membri del Parlamento non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni espresse e dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni.
[e fino a qui son d'accordo]
Senza autorizzazione della Camera alla quale appartiene, nessun membro del Parlamento puo' essere sottoposto a perquisizione personale o domiciliare, ne' può essere arrestato o altrimenti privato della liberta' personale, o mantenuto in detenzione, salvo che in esecuzione di una sentenza irrevocabile di condanna, ovvero se sia colto nell'atto di commettere un delitto per il quale e' previsto l'arresto obbligatorio in flagranza. [mai applicato in toto]

Analoga autorizzazione e' richiesta per sottoporre i membri del Parlamento ad intercettazione, in qualsiasi forma, di conversazioni o comunicazioni e a sequestro di corrispondenza. [bella minchiata ter].

Quindi Cosentino, Di Lorenzo, Di Donato e gli altri vanno tranquilli a scorazzare impuniti.

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
 
Di Adriano (del 22/09/2010 @ 11:50:37, in Vignetta-Blog, linkato 5634 volte)

 Qualcuno ci ha capito cosa?

Mi riferisco a quel che sta succedendo in Sicilia, Raffaele Lombardo ha proposto ieri il suo quarto governo in due anni. Incredibile, sembra una storia da prima repubblica. Ma perche' don Raffaele (finto malato di cuore) che era stato eletto a furor di popolo con il PDL e l'UDC ed ora e' appoggiato da MPA (il suo partito), PD, FLI, API e UDC di Casini (senza i cuffariani).

Non mi e' totalmente chiaro! Lui si difende con una frase semplice e chiara: "il PDL non era d'accordo all'eliminazione delle poltrone". Sara' vero?

Partiamo dal neo-governo, tutto di tecnici:
- Mario Centorrino, docente d'economia
- Pier Carmelo Russo, ex dirigente regionale
- Marco Venturi, ex componente di Confindustria Sicilia
- Gaetano Armao, avvocato
- Massimo Russo, ex pm della direzione distrettuale antimafia
- Caterina Chinnici, figlia del giudice Rocco Chinnici martire di mafia
- Elio D'Antrassi, imprenditore agricolo catanese
- Giosue Marino, commissario nazionale antiracket e antiusura, ex prefetto di Palermo
- Andrea Piraino, docente di giurisprudenza a Palermo
- Sebastiano Messineo, professore dell'universita' dell'Aquila
- Letizia Di Liberti
- Gian Maria Sparma

Sinceramente i nomi non mi dicono nulla. Questa e' una mia personale ignoranza. Ma cosa promette Lombardo?

1. Decentramento. Parolona qualunquista che puo' nascondere sprechi. Avere l'assessorato all'agricoltura a Catania vuol dire affittare un nuovo edificio, strutturarlo con i dipendenti e pagare nuovi stipendi.

2. Abolizione delle provincie. Questa si che e' bella. Se lo fa sara' il primo in Italia e come dice Patrizia avra' la mia stima.

3. riorganizzazione del personale regionale. Beh, questo lo credo un incubo per chiunque. Ci sono migliaia di precari, un organico spaventoso con stipendi da favola. Se a questi aggiungiamo gli esuberi che nascerebbero dall'abolizione delle provincie tutto appare ancora piu' tetro e incredibile. Nel senso che non riesco a crederci.

4. Disboscamento di tanti enti di ricerca inutili. Ha ragione ma chi decide?

5. Tracciabilità delle produzioni tipiche e biologiche e dell'intensificazione dei controlli. Cosa buona e giusta.

Fara' quel che promette?

Oggi le deleghe e forse si capira' qualcosa in piu'. Sicuramente il via al neo-governo si avra' se martedi' prossimo arrivera' la fiducia dell'ARS.

Per tutti quelli che vedono nella sicilia un banco di prova per futuri equilibri dico che sono degli illusi. Questa e' una regione del sud. E tra Palermo e Roma ci son tanti chilometri ma soprattutto tanti interessi diversi da soddisfare.

Chiudo con un pensiero, e' decisamente triste vedere che cercando su google in questi momenti (Esempio: morta Sandra Mondaini) notizie sulla morte della Mondaini, compaiono decine di pagine di una morte bufala annunciata mesi fa su facebook!

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
 
Di Adriano (del 21/09/2010 @ 08:59:44, in Vignetta-Blog, linkato 5502 volte)

 Ieri o l'altro ieri il ministro Alfano urlava "I Boss al 41bis moriranno in carcere", ed io ho subito creduto a quello che i TG raccontavano ossia che il ministro si stesse riferendo a Giovanni Brusca. Che stesse mandando un messaggio a seguito della notizia che Brusca sta facendo affari loschi dal carcere.

Ma poi ho riflettuto: Alfano e' un tipo che non mi piace, Brusca non e' al 41 bis... sta parlando di qualcun altro?

Ed ecco che mi passa sotto le mani questo articolo su Toto' Riina:
http://www.adrianobasile.net/news.asp?id=596

Dal quale estraggo due frasi di Riina al figlio che rivede in carcere dopo 14 anni, frasi rese note il 16 settembre (giovedi', due giorni prima del discorso di Alfano):
"Giovanni, qui mi portano in braccio. Mi portano sul palmo delle mani... Mi rispettano tutti. Mi rispettano Giova', sanno che sono tedesco, sanno che c'e' profumo, qualcuno che... perche' io non parlo. Io non gli rispondo, sanno che non parlo. Sono un ottantenne e conosco la vita che c'e' fuori, il mondo che c'e' fuori, quindi valuto tutto e tutti. E mi so regolare con tutti".

Ovviamente Riina sa di essere registrato e su Borsellino dice...
"Ho detto al magistrato che io il fatto di Borsellino l'ho saputo dalla televisione e non so niente". "Ho detto che Riina e' capace di tutto e di niente. Pero' tuo padre e' incredibile, quando tu credi sappia tutto non sa niente, ma come lui tanti di questi signori sono ridotti cosi'. Quasi un po' tutti. Perche' un po' tutti? Perche' l'ultima parola era sicuramente la mia e quindi l'utima parola non si sapra' mai".

Alfano parla di lui? O con lui? O di Provenzano che si dice sia un pentito?

Infatti Riina parla di Provenzano smentendo il figlio che lo considera uno sbirro:
"Ho fatto una difesa di Provenzano. Ai magistrati ho detto: quel Provenzano che voialtri dite che era d'accordo per farmi arrestare... Provenzano non ha fatto arrestare mai nessuno"

Il dubbio mi resta...

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
 
Di Adriano (del 20/09/2010 @ 09:07:25, in Vignetta-Blog, linkato 5898 volte)

 questo fine settimana facendo zapping ero assetato di notizie e mi sono sciroppato un po' di TG dei vari canali TV. Quando te ne vedi tre in cascata ti viene la nausea da vuoto. Come quando in aereo senti gli sbalzi per una turbolenza.

Eppure, una notizia e' una cosa semplice. Wikipedia scrive: "La notizia e' una informazione su di un fatto o un avvenimento in corso o concluso, [...]
Le notizie possono essere distinte in diversi campi, a seconda della tipologia e della localizzazione: cronaca nera, politica, esteri, cronaca rosa, cultura, economia e finanza... Particolari tipi di notizie possono essere contenute nel reportage o nel dossier, delle analisi approfondite e documentate su un fenomeno."

E' impressionante quante delle cose dette dai conduttori dei TG siano notizie-vuote: i cani simpatici, la miss italia con il tatuaggio, la canalis snobbata nel suo paesino d'origine (servizio di 5 minuti con immagini ripetute venti volte di lei che sale in macchina e tutti i suoi calendari con le tette all'aria), ... fino ad arrivare alla notizia-vuota in diretta!

M'e' successo ieri pomeriggio con Studio Aperto che alle 18.30 presentava gia' nei titoli che la Lodo aveva fatto outing sull'uso di cocaina nei party. Si riferisce ad un fatto del 2007 quando esplose il caso "vallettopoli" in cui tutte le showgirl televisive si accusavano a vicenda di darsi per apparire e di farsi per apparire. C'erano tante belle figliole nel registro delle persone informate dei fatti, tante hanno occupato i servizi dei TG che appunto dicevano: "Belen Rodriguez s'e' recata in tribunale a deporre..." e di sottofondo si mostrava il suo invidiabile fondoschiena al mare o sulla scaletta di Mammucari. Ma questa e' acqua passata, ieri a distanza di tre anni si parla di outing. La Lodo accusa di essere stata esclusa dalla TV ed il bello e' che lo fa nello studio televisivo di Barbara D'Urso alle 18.27.

Eh si'! E' qui l'inghippo! I titoli di Studio Aperto sono alle 18.30. "La Lodo parla della cocaina nello studio della D'Urso..." ed io giro su Canale 5 dove la D'urso sta ancora parlando con l'avvenente signorina. Rigiro su Italia1 e m'assuppo il TG con Berlusconi che ci rassicura sul fatto che resistera' fino al 2013, su Veltroni che scrive non si sa cosa e non si sa a chi (come sempre per la sinistra rappresentata nei TG), ... fino ad arrivare al servizio della Lodo ed ecco che vanno in onda immagini con l'orario 18.27 quando la D'Urso inizia la sua intervista.

Caspita!! Direte voi: Italia1 sa stare sulla notizia in tre minuti aveva gia' colto lo scoop e preparato i titoli sulla notizia. L'avevo pensato anche io, ma il pensiero e' durato poco. Era tutto uno spot pubblicitario Stereofonico. Su due emittenti del biscione in contemporanea. Non c'era alcuna notizia era un fatto trito e ritrito...

...nulla a che vedere con la notizia non data in TV, ma apparsa sui giornali di stamane: "A Gela e' avvenuto un miracolo: un uomo le cui iniziali sono N.F. e' riuscito a costruire casa e, parliamo di una palazzina di tre piani in 21 giorni". Questa si' che e' efficienza. Efficienza abusiva, ma pur sempre efficienza. Il signore in questione ha lavorato notte e giorno con i suoi operai, tutti abusivi, per arrivare a terminare i lavorari entro il 24 settembre data a Gela verra' approvato il piano regolatore. Dopo 42 anni anche Gela avra' il suo piano regolatore che discerne le zone abusive da quelle no. Per cui se N.F. si vede la casa sequestrata sa gia' la spuntera' davanti alla legge perche' lui e' nel giusto...

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
 
Di Adriano (del 17/09/2010 @ 13:20:41, in Vignetta-Blog, linkato 6376 volte)

Grazie a Fabrizio apprendo che qualche mese il nostro presidente della Regione aveva ricevuto un avviso di garanzia per abuso d'atti d'ufficio dalla procura di Catania, con il rischio di essere arrestato. A pochi giorni dal possibile arresto, don Raffaele si fa fare un check-up dal quale si evince che ha un aneurisma che lo rende incompatibile con il regime carcerario e qualsiasi altra forma di stress. Oggi, grazie ad un giornale indipendente si scopre che la diagnosi era falsa. In allegato la scansione della diagnosi...

...pauroso!

www.sudpress.it

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
 
Di Adriano (del 16/09/2010 @ 11:55:35, in Vignetta-Blog, linkato 6578 volte)

  Oggi desidero essere breve ed invitarvi alla lettura di un articolo lungo ma a suo modo sconvolgente, chi di voi conosce Mohammed Yunus e la sua storia? Io l'ho scoperta tramite un blog consigliatomi da Patrizia e vi giro volentieri il link...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/09/14/vince-chi-sorride/60516/

...se e' troppo lungo leggetelo a rate, ma credo difficile che riusciate a staccare gli occhi dallo schermo facilmente.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
 
Pagine: 1 2

Iscriviti a BannerGratis: lo scambio banner di Mr.Webmaster!
 
< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Blog (33)
Memoria (15)
Politik (18)
Vignetta-Blog (344)

Catalogati per mese:
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Curious to determine...
04/09/2012 @ 10:33:36
Di Gucci Outlet
googleuznwpd.com,htt...
04/09/2012 @ 10:20:04
Di Michael Kors 2012
googlelhqlhu.com,htt...
04/09/2012 @ 10:06:17
Di Michael Kors 2012
googleczgdgt.com,htt...
04/09/2012 @ 09:58:35
Di moncler women jacket
Here is an area that...
04/09/2012 @ 09:54:47
Di Michael Kors Outlet




 
 Adriano Basile and ©AspNuke 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 2,71875secondi.
Versione stampabile Versione stampabile