Adriano Basile
  Le Ultime Notizie     
«
 
Eventi
<
Settembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- -- 01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 -- -- -- -- -- --

Questa settimana

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 12
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti


I preferiti
New Blog (11732)
New Blog (11104)
Antimafiaduemila (2988)
La mia libreria (2215)
Repubblica (2050)
Unita' (1986)
PhD Ingegneria di Catania (1902)
Situazione Traffico (1896)
STMicroelectronics (1895)
Corriere della Sera (1757)
Unict (1713)
NoiseFromAmerika (1612)
Ilsole24ore (1396)


google
Google

Visite
Web site analytics
utenti collegati

 
Spettacoli - Cultura
Inserito il 06 maggio 2008 alle 08:03:00 da admin. IT - Spettacoli - Cultura
Indirizzo sito : Jacopofo


Cronache da Pazziland, il paese dei Puzzoni. Il nuovo sport? Prendersela con Beppe Grillo.
Santoro ha gia’ un piede fuori dalla Rai. Ha osato trasmettere un pezzo di Beppe Grillo.
Oggi Repubblica e Corriere dedicano un articolone alle reazioni dei politici, indignati (indignati?) per le parole di Grillo. Ma non hanno spazio per citare cosa abbia detto Grillo. L’han detto il giorno prima e una volta basta e avanza, non forniscono neanche un riassuntino, un accenno.



Ho pensato: chissa’ cos’ha detto quel discolaccio di Grillo se e’ cosi’ terribile da non essere ripubblicato.
Io stamattina me lo sono domandato perche’ non avevo letto i giornali e non avevo visto Annozero. Ho fatto una ricerchina in rete e ho trovato le frasi indecenti che ha pronunciato quel mangiapolitici tremendo. Ecco le frasi piu’ terribili che ha detto Grillo:
"Il presidente va eletto dagli italiani, non dai nostri dipendenti. Non deve avere piu’ di cinquant'anni. Non serve un presidente da ospizio di garanzia dello status quo partitico. Voglio una persona giovane, della societa’ civile, non legata ai partiti. Chiedo troppo? … Il presidente, oltre a monitare, di solito dorme, non sugli allori, ma sulla onorabilita’ del Parlamento e dei suoi condannati e prescritti… Fa sonni profondi. Se nomini D'Alema/Unipol, Berlusconi/Mondadori o Mastella/Why Not ha un leggero trasalimento. Piccolo, piccolo. Impercettibile. Prende i sali e poi si riprende. Ai nomi di De Magistris e della Forleo pero’ monita subito, senza tentennamenti…Il presidente e’ eletto dai partiti, fa il suo dovere, li accudisce teneramente. L'eta’ lo nobilita, con quegli anni puo’ dire quello che vuole. Come il nonno a tavola quando arriva il dolce. Una volta - conclude - c'era la bocca di Virna Lisi, oggi la dentiera presidenziale".
E questi sono i terribili insulti di Grillo?
Ma quanto cazzo siete sensibili!
Con tutto quel che succede in Italia questi hanno il tempo di indignarsi per questo.
Devo dire che ho goduto.
Devono proprio essere nel pallone isterico sti’ cazzoni.
Gli attacchi contro Grillo stanno diventando fantascientifici. Si tace sul fatto che a Acerra c’e’ piu’ diossina di quanta ce ne fosse a Seveso quando fu evacuata (e la gente sta morendo) e invece si mette in prima pagina che Grillo ha detto due battute su Napolitano. Non si dedica una riga al fatto che l’Italia sia stata condannata dall’Unione Europea a pagare 300mila euro al giorno di multa perche’ non vengono date a Europa7 le due reti televisive nazionali che le spettano per legge e si dedicano fiumi di inchiostro al fatto che quattro cazzoni abbiano scritto sul blog di Grillo che erano scandalizzati perche’ lui guadagna troppo.
Questa situazione di fine delle intelligenze comincia a essere divertente.
Per assaporarla appieno dobbiamo allenare il senso del comico.
E per fare questo e’ necessario entrare nei particolari. Non troppo ovviamente che senno’ mi becco una denuncia.
Ora voi piangete perche’ non c’e’ piu’ la sinistra.
Ovvio, ma avete provato a mettervi nei panni di codesti giornalisti di grido?
Fino a un paio d’anni fa era gente stimata, c’avevano un ruolo sociale che gli risultava facile sedurre le ragazzine piu’ saporite. Il giornalista da sempre acchiappa. Ma a causa di Beppe Grillo, ultimamente, diciamo che la loro figura sociale s’e’ un po’ appannata.
E si dice che un direttore di un grosso giornale, di cui non posso far il nome per ovvi motivi senno’ mi fucilano con le pallottole avvelenate, proprio il giorno dopo del Vaffanculo Day, s’e’ trovato con una squinzia che e’ un urlo, anzi un inno alle carni sode, che finalmente era riuscito a portarsela in un appartamentino sulla Cassia, ed era tutto impipinito, e lei, che e’ cattiva d’animo, gli ha chiesto, proprio sul piu’ bello: “Ma perche’ avete scritto che a Torino per Grillo c’erano solo 40 mila persone? Lo sai benissimo che erano molte piu’ del doppio.”
E a lui istantaneamente gli e’ crollata la virilita’. E s’e’ pure incazzato. Ovviamente questo lo so perche’ me l’ha detto la ragazza.
Sono cose che i direttoti di quotidiani generalmente non ti dicono.
Poi pero’ a Grillo lo odiano.
Sessualmente.

Condividi articolo con:

Letto : 2813 | Torna indietro

 
 Adriano Basile and ©AspNuke 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina č stata eseguita in 5,59375secondi.
Versione stampabile Versione stampabile