Adriano Basile
  Le Ultime Notizie     
«
 
Eventi
<
Gennaio
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 -- --

Questa settimana

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 8
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti


I preferiti
New Blog (12034)
New Blog (11401)
Antimafiaduemila (3055)
La mia libreria (2273)
Repubblica (2115)
Unita' (2019)
PhD Ingegneria di Catania (1942)
Situazione Traffico (1934)
STMicroelectronics (1921)
Corriere della Sera (1779)
Unict (1735)
NoiseFromAmerika (1649)
Ilsole24ore (1415)


google
Google

Visite
Web site analytics
utenti collegati

 
Politica Locale
Inserito il 16 marzo 2009 alle 08:35:00 da admin. IT - Politica Locale
Indirizzo sito : Netfirms


NON E' TUTTO ORO...
Indagine sui regali di Natale del presidente   
 
Emanuele Lauria

Gemelli d´oro, orecchini e cravatte, tutti immancabilmente con la griffe della Trinacria, con un richiamo inequivocabile a quell´autonomia tanto cara all´Mpa. Ma ora la Corte dei conti punta i riflettori sui regali di Natale di Raffaele Lombardo, sui cadeaux che, in occasione delle ultime festività (le prime dall´inizio del suo mandato), il governatore ha inviato agli assessori regionali, a tutti i deputati dell´Ars, ai capidipartimento. Con una lettera inviata al capo del cerimoniale di Palazzo d´Orleans, Silvana Genova, il vice procuratore generale Tommaso Brancato chiede la natura degli acquisti fatti, appunto, a Natale e la spesa sostenuta dall´amministrazione.



Siamo ancora a una fase preliminare dell´indagine e in via Cordova, sede della procura della Corte dei conti, le bocche sono rigorosamente chiuse.
La spesa per i regali, si apprende, incide sul capitolo della rappresentanza, che nel bilancio 2008 aveva una dotazione di cinque milioni 550 mila euro, ma che comprende anche i fondi per la partecipazione e l´organizzazione di incontri di studio, convegni, congressi, mostre e per l´ospitalità di delegazioni italiane e straniere. Nulla a che vedere, insomma, con i fondi riservati del presidente, il cui utilizzo disinvolto costò una condanna a tre anni e mezzo a due ex presidenti della Regione, Giuseppe Drago e Giuseppe Provenzano.
Ma proprio sul concetto di rappresentanza si sarebbe appuntata l´attenzione della magistratura contabile: la rappresentanza è un´attività rivolta solo all´esterno della Regione o può legittimare anche spese a favore di organismi interni come la giunta, i deputati dell´Ars, i superburocrati? Sarebbe questa la domanda alla base dell´attività istruttoria della Corte. Agli assessori, come ai deputati, Lombardo regalò un paio di gemelli d´oro con l´incisione nella parte superiore della Trinacria, dono convertito in orecchini per i tre onorevoli donna, cioè Giulia Adamo, Marianna Caronia (gruppo misto) e Concetta Raia (Pd). Gioielli acquistati presso l´oreficeria Patti di Catania. Nei confronti dei dirigenti generali, il governatore optò invece per una cravatta, sempre con lo stemma della Regione.
Regali che rientrano in un campionario ben più vasto: libri sulle piante siciliane, enciclopedie, telefonini, omaggiati a esponenti delle istituzioni, ambasciatori, giornalisti. La Corte vuole capire se è stato fatto un corretto uso dei fondi pubblici, anche nel raffronto con il passato, con il settennato di Cuffaro. L´indagine non dovrebbe avere tempi lunghi, anche se non sembra agevole: al di là degli acquisti disposti alla vigilia di Natale, sarebbero stati utilizzati per i regali anche beni disponibili in magazzino.
Lombardo, contattato telefonicamente, è tranquillo: «Daremo alla Corte tutti gli elementi utili per la sua istruttoria. Credo che i soldi spesi abbiano giovato complessivamente all´immagine della Regione. I regali? Ne abbiamo fatti tanti, certo, a una lunga serie di autorità che mi hanno fatto sapere di avere apprezzato anche il contenuto diciamo così, identitario, dei doni natalizi. In ogni caso, mi risulta che in cassa sia rimasta una bella somma, almeno un milione e mezzo di euro che saranno reinvestiti nel prossimo bilancio». Non rinuncia, il governatore, a un accenno al passato: «Credo che la mia attività di rappresentanza, almeno nel corso dell´intero anno, abbia comportato una spesa inferiore rispetto al periodo precedente. Per il futuro, comunque, ho intenzione di puntare di più su prodotti tipici siciliani».

Condividi articolo con:

Letto : 2271 | Torna indietro

 
 Adriano Basile and ©AspNuke 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 2,796875secondi.
Versione stampabile Versione stampabile