Adriano Basile
  Le Ultime Notizie     
«
 
Eventi
<
Gennaio
>
L M M G V S D
-- 01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 -- -- --

Questa settimana

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 13
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti


I preferiti
New Blog (8477)
New Blog (7868)
Antimafiaduemila (2948)
La mia libreria (2111)
Repubblica (1948)
Unita' (1936)
Situazione Traffico (1851)
PhD Ingegneria di Catania (1836)
STMicroelectronics (1770)
Corriere della Sera (1722)
Unict (1683)
NoiseFromAmerika (1537)
Ilsole24ore (1367)


google
Google

Visite
Web site analytics
utenti collegati

 
Scienza e Tecnologia
Inserito il 16 maggio 2011 alle 16:56:00 da admin. IT - Scienza e Tecnologia
Indirizzo sito : Tomshw


The Sims altera l'orientamento sessuale, è polemica



I videogiochi e, in particolare The Sims 3, finiscono nell'occhio del ciclone sul tema dei matrimoni tra persone dello stesso sesso e le adozioni. Carlo Giovanardi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla Famiglia, e Carlo Casini dell'UDC, si sono espressi in toni molto critici sul gioco pubblicato Electronic Arts, che consente di creare coppie gay che possono adottare figli. Il gioco è disponibile dal 2009, ma il polverone si è scatenato solo in questi giorni.
In Italia, stando alla legislazione vigente, non è possibile per le coppie omosessuali procedere all'adozione di bambini, né sposarsi. In altri paesi, come noto, è invece consentito. In un'intervista telefonica con Klaus Davi nel programma sul Web KlausCondicio, il sottosegretario ha dichiarato che "è evidente che siamo davanti a una grande campagna promozionale delle lobby che vogliono promuovere certi valori".
"Queste lobby promuovono una cultura in contrasto con le leggi di un paese, come nel caso del matrimonio gay che da noi non è consentito". Secondo Giovanardi i produttori del videogioco dovrebbero spiegare che "da noi non esiste questa possibilità. Che il matrimonio uomo-uomo e donna-donna da noi è fuori legge. Che siano trasparenti verso i consumatori".

"Con queste iniziative viene tolta la normalità costituzionale per spiegare al bambino che invece è tutto lecito, tutto uguale e che possono essere messe sullo stesso piano situazioni che giuridicamente e costituzionalmente non lo sono".
"Questi videogiochi confondono le idee per cui si deve spiegare che il matrimonio gay non ha alcuna attinenza con la realtà. Auspico che i produttori lo facciano al più presto soprattutto se dovesse uscire la prossima edizione". Carlo Casini, esponente dell'UDC (non c'è un legame di parentela con il leader Pier Ferdinando) e del Movimento per la Vita, auspica che il gioco non sia venduto a minorenni.
"Questi videogiochi sono molto pericolosi, minacciano l'educazione di un bambino, la loro diffusione ha risvolti di carattere igienico-sanitario. Lo sviluppo della sessualità di un adolescente presenta inizialmente aspetti di omosessualità e bisessualità, che poi si armonizzano e l'eterosessualità diventa la regola. Questi videogiochi intervengono in quel momento di sviluppo parziale, in cui è normale che ci siano tendenze omosessuali che rischiano di essere fissate. Questo è un modo per fissare l'omosessualità". Casini ha promesso che porterà avanti l'argomento sia in Italia che in Europa.

Immediatamente si è fatta sentire l'associazione Arcigay, per bocca del presidente Paolo Patanè. "Giovanardi deve avere un problema con l'omosessualità visto che siamo sempre nei suoi pensieri. Sono contento di questo videogioco, penso che tutto quello che sia dialogo corretto ed equo nel mondo del lavoro, della scuola, dell'università, che sia pubblicità e anche un gioco, contribuisce a ricordare che una società è fatta di pluralità di situazioni, di fatti, di vite".
"Tutto quello contribuisce a rendere normali tanti modi di essere di uomini e donne è giusto. Non esiste un solo modo di essere. Al contrario di quello che si pensa, non si nasce solo etero. Non sono i giochi a cambiare l'orientamento sessuale delle persone. Gli orientamenti sono naturali, non cambiano con i giochi, se qualcuno la pensa diversamente, è preoccupante".

A dire la sua è anche Franco Grillini, Presidente di Gaynet, l'associazione dei giornalisti gay. "Manca solo che contesti briscola e tresette e poi Giovanardi avrà fatto l'en plein delle assurdità di cui è primatista assoluto nella politica italiana. Con un cortocircuito neuronale non insolito, il sottosegretario Carlo Giovanardi se la prende con il videogioco The Sims e con alcuni libri per i ragazzi che mostrano famiglie composte da genitori dello stesso sesso con bambini".
"Per il sottosegretario questi prodotti rappresentano una situazione contraria ai principi costituzionali e non hanno a che fare con la situazione reale. Vorrebbe anche che i produttori del videogioco e gli editori dei libri correggessero queste situazioni, che confondono le idee".
"Ma è lui ad avere le idee confuse: non sono i videogiochi e neppure i libri ad alterare la realtà, ma è la realtà a entrare nei videogiochi e nei libri. Le famiglie omogenitoriali sono tante anche in Italia e la Costituzione afferma all'articolo 3 che tutti i cittadini hanno uguali diritti. Il fatto che in Italia non ci sia ancora neppure una legge che riconosca le semplici convivenze non è dovuto alla Costituzione, ma all'arretratezza culturale di chi ci malgoverna".

Condividi articolo con:

Letto : 2699 | Torna indietro

 
 Adriano Basile and ©AspNuke 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 1,625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile