Ho la pelle d’oca…

…a leggere sui giornali che si generava un traffico di minori sottratti ai propri familiari con scariche elettriche e lavaggi del cervello.

Qualche tempo fa mi ero scontrato, è il termine corretto, con la serie PodCast Veleno di Pablo Trincia. Per chi non l’avesse ascoltata ed ha la forza di farlo la trova su:

https://podtail.com/podcast/veleno-repubblica-it/

si parlava di fatti di vent’anni fa, una tragedia che ha coinvolto tante persone, bambine e bambini in quella che credevo una tragedia dettata dal carrierismo o dalla codardia nell’ammettere i propri errori.

Invece è storia di questi giorni:

https://bologna.repubblica.it/cronaca/2019/06/27/news/reggio_emilia_falsi_documenti_per_allontanare_bambini_dalle_famiglie-229743324

che la storia si ripete, anzi si amplica perchè c’è un filo che unisce le due storie, anzi ci sono alcune persone che sono protagoniste delle due storie.

E mi chiedo: si può arrivare a tanto? Onestamente credo queste persone malvagie tanto quante i burattinai dei campi di concentramento… lì si annientavano le persone, si faceva in modo che diventassero automi, qui si creano false vite in vite fragili, la memoria è ciò che ci rende umani, è quella cosa che ci aiuta (o dovrebbe aiutare) a preservare la specie, se la deviamo e ne costruiamo una ad hoc per obiettivi infami … abbiamo raggiunto il fondo… del mare.

 

 

 

Guarda l’occhio…

…per vedere se è fresco devi guardare l’occhio, se poi non ti vede nessuno toccagli pure la pancia… se è molla… nun è buono!

(Consigli di Mamma)

Ieri sera stavo guardando #PropagandaLive ma già alle undici meno un quarto la palpebra calava, prima di spegnere ho fatto un po’ di Zapping… 7…6…5…4…3…2 wow c’è Bennato che parla di Bagnoli ma ho sonno… 1!

Berlusconi intervistato da Vespa!

Eh dai ascolto l’intervista…

Beh intervista è un eufemismo, era una videochiamata ma non nel senso moderno del termine ma in quello giornalistico: era chiaro che le domande erano concordate perché a veder bene, Berlusconi cercava un foglio ad ogni nuova domanda, ma non dopo che la domanda è stata posta, come si farebbe con degli appunti ma prima… Vespa non aveva il tempo di formulare la domanda che già lui cercava il foglio e se lo piazzava davanti.

Videochiamata interessante direi! Silvio afferma che lui andrà a Bruxelles per lavorare al Parlamento Europeo, e mi chiedo l’hanno informato bene i suoi consiglieri?

A Bruxelles c’è l’estradizione e soprattutto assieme ai cavoletti, il piatto tipico è Cozze e Patatine. Capisco che s’è fermato su quest’ultime, ma l’associazione con le Cozze è a delinquere qualunque significato gli vuoi dare!

Poiché è complesso ricordare quanto ha detto e, come detto, avevo sonno mi affido a “il Giornale” per riportare le sue parole e non essere accusato di essere annoverato tra quelli che travisa o trasforma:

“Non vedo motivazioni sufficienti perché Salvini tenga ancora in vita questo governo. Urta contro il buonsenso, la ragione e la sua convenienza”, ha detto, garantendo però di non voler entrare a Palazzo Chigi: “Forse la mia preparazione culturale, l’essere stato per ben tre volte l’unico uomo al mondo a presiedere il G8, il mio successo in politica internazionale, mettono in soggezione questi leader che non hanno una preparazione che può confrontarsi alla mia e quindi io prometto che non sarò seduto al tavolo con loro a fare pesare la mia esperienza

…modesto eh…

 “Per quanto riguarda Forza Italia, ho già convocato un Ufficio di presidenza per analizzare il risultato elettorale e per avviare un percorso di rinnovamento condiviso” ha aggiunto: “Noi abbiamo in questi anni visto emergere nelle nostre fila personaggi di qualità, con una forte esperienza professionale. Ho detto che lavorerò in Europa, non mi sottrarrò a essere il principale punto di riferimento, ma giovedì avremo un comitato di presidenza che comincerà a stendere un programma per una guida collettiva”.

Nuzzo avrebbe detto: “Cosa avrà voluto dire?”

Ma io troppo assonnato ho spento.. l’occhio; e mi sono girato sulla pancia!

Hanno vinto Tutti…

…meno Uno!

Sto parlando dei Partiti Italiani, dei loro Segretari e dei loro elettori, ovviamente chi non ride oggi è Luigi Di Maio e i 5Stelle. Cerata de La7 dice: “…è la prima volta che non ci sono dichiarazioni, nessuno del Movimento incontra i giornalisti…”. La dice lunga.

Onore ai vincitori dunque! Premesso che quasi un’italiano su due non si è recato alle urne, contro tendenza rispetto al resto d’Europa dove si è segnato il record d’affluenza alle urne. Comunque, sicuramente complimenti a Salvini che in un anno ha raddoppiato i voti della Lega, Si dice “invertendo gli equilibri all’interno della maggioranza di Governo” … si dice… beh, son sempre convinto che l’Italia è una Repubblica Parlamentare e i numeri lì sono quelli dell’anno scorso a meno di trasfusioni… ma sono solo mie considerazioni. Sebbene Salvini ha annunciato che non chiederà poltrone e si andrà avanti a testa bassa “perché ci aspettano tempi duri”, son convinto che un mini-terremoto ci sarà ma piccolo e sotterraneo. Perché?

Beh, stando a questi voti il Centro Destra formato da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia si potrebbe presentare alle urne e vincere o forse stravincere… ma Salvini si troverebbe a governare con due forze politiche anziché una, inoltre ha già preso le misure ai 5 Stelle! Infine, la “ricrescita” del Cavaliere che ha portato Forza Italia dal 4% di molti sondaggi pre-ricovero di Aprile al 9% di oggi mostra che come si è sempre detto: “mai darlo per morto (politicamente)”!

Un’altra considerazione sul “ci aspettano tempi duri”: Salvini sa che la maggioranza Europea resta l’attuale con PPE e PSE, anche se questi due partiti da soli non raggiungono il 50% e anche se Horban lasciasse il Partito Popolare Europeo per confluire nel Partito dei Sovranisti, anzi questo sposterebbe l’asse sul Partito dei Socialisti Europei. Quindi la sperata morbidezza sullo sforamento del 3% sarà difficile da ottenere con l’alta probabilità che o si congelano alcune parti del Contratto come “Flat Tax” o aumenterà l’IVA. Per cui meglio mettere le mani avanti e continuare ad essere in campagna elettorale perenne… e qui i miei complimenti per la tempra.

E il resto dei Partiti?

Beh, Zingaretti era radioso in TV, il 24% sembrava insperato, ma il PD è solo! La sinistra è sempre più un ricordo di un tempo che fu, come sicuramente il 40% di Renzi alle scorse Europee. Ma è un buon inizio dice lui, speriamo che il silenzio elettorale del PD continui (cito Crozza) che è forse il motivo della risalita, “meglio star zitti e far credere di essere cretini che parlare e darne certezza” diceva il mio Capo.

Poi sicuramente c’è la Meloni e Fratelli di Italia in forte ascesa, qui onestamente ho poco da dire… onestamente non so se qui ci sia la pancia vuota degli italiani che provano a pescare le zucchine del diametro che ci impone Bruxelles o ci sia qualcosa di profondo, senza offesa Giorgia… chi ha votato FdI ha votato te, non un programma o dei candidati!

C’è anche Forza Italia e Berlusconi, i quali sono riusciti a parare il colpo. Sono più vicini al fatidico 10% che al 5%, tra queste due cifre si giocava la consistenza del Partito a dire di Tajani. E qui può giocare Salvini… portare il Governo per almeno altri due anni può aprire una porta al pensionamento mediatico del Cavaliere, senza il quale non vedo grande futuro… e immagino nuove sparizioni, come Bondi, Cicchitto, …

Infine, gli sconfitti: c’era da immaginarlo. Troppe promesse e troppe aspettative per questa Italia che non si è scrollata di dosso il ventennio, forse la nostra storia ci ha plasmato a non avere storia, forse “la storia non siamo Noi” (nego la Mannoia) ma siamo un popolo che ama delegare all’altro: a Napoli si dice “ce sta chi ce penza” per dire che non è un problema mio, se butto una carta a terra c’è uno spazzino, se si fulmina una lampada per strada o c’è un incendio ci sarà sempre qualcuno che ha fatto la segnalazione… perché lo devo fare io?

In questa Italia un Movimento che si dice di partire dal basso ha mostrato tutte le debolezze rispetto al leone Salvini e alla difficoltà oggettiva di fare le cose, al VaffaDay non è seguito un PropostaDay. Le promesse fatte a Taranto sono un simbolo! È facile dire: “l’Ilva o si bonifica o si chiude”, quando ci si scontra con i veri interessi si è costretti a venire a patti, a prolungare l’impunibilità di chi avvelena e ammazza le persone. E poi caro Di Maio sei il Ministro del Lavoro ed è quello su cui devi lavorare! L’assistenzialismo deve essere una parentesi, non può durare una vita! Capisco che rafforza la pigrizia sia fisica che mentale… ed è quel che si vuole…

Questa pigrizia ci sta portando ad un nuovo fascismo? Ancora non lo so o spero di no, sicuramente si rafforza quel ‘fascina-tismo’ che ha introdotto il nuovo millennio che porta a seguire quel che crediamo un Leader carismatico e che sui Social fa chiamare Salvini “il Capitano” come una parabola calcistica più che marittima. Tanto l’importante è accusare l’avversario di far fallo per trovare giustificazioni al non fatto e su questo il “Capitano” inizia a scrivere libri… e quando termina, si venderanno! Non come l’attuale!

una preghiera…

A 27 anni dalla Strage di Capaci vorrei tanto chiedere a tutti i politici il silenzio! La mia preghiera è di non strumentalizzare uno dei fatti più disgraziati del nostro Paese.

Cari Ministri, Onorevoli, Candidati … qualunque cosa direte in queste ore solleverà critiche, non c’è un giusto o uno sbagliato, non basta dire “io sto con Falcone” o sbandierare l’effige dell’antimafia, per cui vi chiedo di astenervi.

Personalmente accetto parole solo da chi quel giorno erano lì: i colleghi di Falcone, l’agente della scorta sopravissuto, i familiari delle persone tristemente morti. Magari aggiungerei alla lista anche qualcuno di quelli che fece parte del Commando Assassino che parli con l’intento di fare luce su quanto accadde. Ci sono tanti aspetti oscuri che i quattro processi non hanno chiarito e, a chi è a conoscenza dei fatti chiederei un esame di coscienza.

So che questa mia preghiera cadrà nel vuoto…

una valanga di frottole

Si sparano le ultime cartucce in campagna elettorale… e veramente se ne sentono di tutti i colori e toni. Partiamo dalla proposta del PD di qualche giorno fa: “abbassare l’IVA sugli assorbenti dal 22% al 5%, serve per l’emancipazione femminile tuonavano dal Partito Democratico”. Beh, a conti fatti (da varie utenti dei social) si tratta di un risparmio massimo di 2.5€ al mese. Non ripeto i conti per ignoranza, ma ho visto foto di scontrini vari ed equazioni varie che lo dimostravano.

Andiamo oltre e vediamo cosa hanno in serbo i due Vice-Presidenti del Consiglio: da un lato Di Maio propone di riutilizzare parte dei soldi non spesi per il Reddito di Cittadinanza per aiutare le famiglie. Avreste dovuto vedere come si gonfiava il petto da Fabio Fazio domenica ma è son sorti un po’ di dubbi:

  • Se il reddito di Cittadinanza era una misura per la lotta alla povertà, vuol dire che ci sono già meno poveri in Italia? O qualcuno non si è fatto bene i conti?
  • Il Vice-Ministro giustificava il “tesoretto” con la frase “abbiamo fatto i controlli”. Wow, è come vantarsi che siamo in un paese normale.
  • Se il suo finanziamento è uno dei fattori (assieme a quota 100) dell’innalzamento dell’IVA, perchè i soldi risparmiati non li usiamo per evitare questo aumento? Se tanto mi da tanto, l’aumento dell’IVA inciderà sulle famiglie a basso reddito più di tutte.

Al suo solito l’altro Vice-Ministro le spara ancora più grandi: un nuovo “Decreto Sicurezza” e “Basta alla Schiavitù dello Spread”, il primo ha fatto mobilitare l’ONU… avete presente l’Organizzazione delle Nazione Unite? Quella dei Caschi Blu? Beh proprio loro! E tutto a pochi giorni dal referendum in Svizzera in cui la popolazione ha votato per la riduzione delle armi in circolazione (60% di favorevoli) noi pensiamo a leggi che ne aumentino la diffusione.
L’altra “balla” richiede un attimo di silenzio e di riflessione… cosa avrà voluto dire?

Se mi permettete un paragone terra terra: lo “spread del pane” si calcola facendo la differenza tra il prezzo medio del pane a Milano ed il prezzo medio del pane a Catania. Questo è lo “spread del pane”! Allo stesso modo, il tanto insultato “spread” è la differenza dei rendimenti dei titoli di stato italiani e tedeschi, vuol dire che in Italia i tassi di interesse di un BOT o BTP sono maggiori che in Germania. Semplice! Come il pane incide sul portafoglio delle famiglie allo stesso modo gli interessi sui BOT incidono sulle casse dello Stato, quindi di tutti noi, maggiori sono questi e maggiori sono le nostre tasse per rimborsarli a chi ha comprato i BOT (la maggior parte italiani).

Ora. Non volevo fare una lezione sullo spread, sappiamo tutti cos’è ma vorrei solo dire: “abolire lo spread” e come dire: “aboliamo le sottrazioni” o “aboliamo le differenze”… non sapere che ci sono 3€ di differenza tra il pane comprato a Milano e quello comprato a Catania cambia la sostanza delle cose?

Dialoghi tra le nuvole /2

21 Maggio 2019Mattina

“Ehi Sally come stai?”

“Beh Sammy, tutto bene. E tu?”

“Beh, stanotte ho avuto gli incubi: ero inseguito dai Draghi del Trono di Spade… volevano bloccarmi al grido ‘aero-porti chiusi’. Comunque, che novità ci sono Sally?”

“Hai visto che in Italia stanno attrezzando i pali della luce?”

“I pali della luce? Cosa vuoi dire Sally?”

“Dicono che daranno nuovamente il Bonus Bebè, per rimborsare le spese, il latte ed i pannolini?”

“I pannolini? E quanto daranno per i pannolini?”

“Beh, Sammy … dopo i €2.50 per gli assorbenti e l’emancipazione femminile… credo uguale, tanto sempre per le mamme è!”

Non facciamoci lasciare sul divano

Mi rendo conto che la voglia di non andare a votare è veramente tanta. L’affluenza di votanti alle Elezioni Europee è sempre stata bassa perchè Bruxelles si è vista lontana dalla nostra vita e dai nostri problemi. Ma oggi più di ieri al Parlamento Europeo si decide il futuro del nostro Paese, eleggere persone capaci e che siano presenti nelle commissioni o nelle sedute plenarie è fondamentale.
Alle ultime elezioni (2014) in Italia si è raggiunto il 57.5% del quale il (famoso) 40% voto PD. Fu il grande trionfo di Renzi o forse il giro di Boa per il declino. Ed oggi?

Ho un paio di convinzioni: dal risultato di Forza Italia dipenderà il futuro del Governo Giallo Verde tra Movimento 5 Stelle e Lega e, dalla tenuta del duopolio PPE / PSD dipenderà il futuro dell’Europa intera. Su quest’ultimo punto per me la Brexit sta dimostrando che l’uscita dall’Unione Europea non rafforzerebbe l’Italia ma anzi la porterebbe nel baratro. E forse l’han capito anche i Sig. Di Maio e Salvini che non stanno adottando nessuno degli slogan anti-europeisti del passato.

Un’altra osservazione è d’obbligo: votare PD vuol dire votare l’Aleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici (PSD), come votare Forza Italia vuol dire votare il Partito Popolare Europeo. Votare M5S e Lega invece porta ad una posizione non chiara su quali partiti le delegazioni convergeranno. Ad oggi, entrambi i partiti dicono di voler eliminare il “Patto del Nazareno Europeo”.

Ma chi sono i Candidati? Io ho guardato la Circoscrizione Isole ed ho trovato:

PD: Caterina Chinnici (figlia di Rocco Chinnici assassinato dalla Mafia), il medico Pietro Bartolo (di Lampedusa protagonista del documentario Fuocoammare), Andrea Soddu, Michela Giuffrida (ex giornalista di Telecolor Catania), Attilio Licciardi, Virginia Puzzolo, Mila Spicola.

Lega: Matteo Salvini, Francesca Donato, Angelo Attaguile, Igor Gelarda, Maria Concetta Hopps, Sonia Pilli, Massimiliano Piu, Annalisa Tardino

Movimento 5 Stelle: Alessandra Todde, Ignazio Corrao, Dino Giarrusso, Flavia Di Pietro, Matilde Montaudo, Antonella Corrado, Donato Forcillo, Antonio Brunetto

Forza Italia: Silvio Berlusconi, Gabriella Giammanco, Salvatore Cicu, Gabriella Greco, Saverio Romano, Dafne Musolino, Giuseppe Milazzo, Giorgia Iacolino

Fratelli d’Italia: Giorgia Meloni, Raffaele Stancanelli, Carolina Varchi, Luca Cannata, Maria Fernanda Gervasi, Francesco Rizzo, Antonella Zedda, Francesco Scarpinato

beh guardando i nomi credo di aver già deciso!

Nuovo Aeroporto in Sicilia

Qualche giorno fa leggo sulla Sicilia e vi chiedo la pazienza di leggerlo:

ENNA – Gli ingredienti principali per realizzare un ampliamento dell’aeroporto di Catania sul territorio che ricade nel comune di Centuripe ci sono già. Un magnate australiano, Peter Iellamo, pronto ad investire finanziando l’opera, una Spa già costituita a Catania, la “Victoria aviation group” (con capitale interamente australiano), un progetto per realizzare la struttura firmato dall’Università Kore di Enna e lo studio dei venti che consentirebbe di abbattere i tempi di realizzazione avendo già dato, in un recente passato, esito positivo.

Le proiezioni ipotizzate dal punto di vista occupazionale sarebbero di circa 2.000 nuove assunzioni, mentre per l’area dove sorgerà la struttura si procederà in tempi brevissimi per la sua individuazione. Costo complessivo dell’opera ipotizzato tra un miliardo ed un miliardo e mezzo di euro coperti interamente dal privato.

Un’interlocuzione, si è detto in conferenza stampa, sarebbe stata già aperta anche con il governatore Musumeci che avrebbe giudicato positivamente il progetto. Non un solo centesimo sarebbe comunque chiesto a Regione o enti locali. L’investitore australiano, Peter Iellamo, manager 61enne a capo della Euro Pacific Capital Corporation, sarebbe già in grado di coprire i costi di realizzazione interamente anche attraendo e portando nuovi investimenti.

Previste oltre alle nuove infrastrutture aeronautiche anche servizi di manutenzione aerea a supporto dell’ampliamento verso l’interno della Sicilia del sistema aeroportuale del capoluogo etneo, in una prospettiva di sviluppo intercontinentale del trasporto aereo siciliano prevedendo anche le infrastrutture viarie di collegamento con l’aeroporto catanese. 

Che strano proprio negli stessi giorni in Tv c’è in onda Gomorra 4 che narra:

Genny ha cambiato radicalmente la sua vita. Ora vive in tranquillità con la sua famiglia fuori Napoli e ha investito in un enorme progetto che riguarda la costruzione del più grande aeroporto della Campania. Grazie anche all’aiuto del suo vecchio amico Michele Casillo, ora diventato un importante uomo politico, viene a conoscenza di Alberto, un imprenditore interessato a collaborare con lui al suo progetto assieme all’aiuto della sua fidata assistente Tiziana. Con l’aiuto di Alberto, Genny inizia a comprare tutti i terreni necessari alla costruzione del futuro aeroporto prima di presentare il progetto di appalto per la realizzazione dello stesso, in modo da pagarli a prezzi stracciati

Genny e Alberto si recano a Londra per concludere l’acquisizione della Wimpro, società indispensabile per la realizzazione del progetto dell’aeroporto. Hanno bisogno di una società straniera “pulita” per far partire i lavori…

Sono solo io che vedo strane analogie?

Easter is over

La Pasqua è appena trascorsa e si è registrato l’ennesimo attentato ad una comunità Cristiana. Mi auguro che la risposta sia non armarsi, lasciare a casa la vendetta.

Non lo dico per buonismo spicciolo, ma con un occhio alla storia: siamo stai noi Cristiani ad organizzare le guerre sante o le conversioni forzose in Sudamerica!

Inoltre quello che potrebbe sembrare un attentato religioso ma credo nasconda altro: giochi di forza in una regione debole. La popolazione Cingalese è in prevalenza Buddista, mentre l’Islam e il Cristianesimo rappresentano le religioni di solo il 9% e 7% della popolazione. Perché tanta ferocia?

Non corriamo a facili conclusioni

1 2 3 7