Caro Ministro ti scrivo…

Caro Ministro degli Interni ti scrivo così mi distraggo un po’, e siccome sei molto indaffarato più forte ti scriverò.

Da quando il tuo Governo si è insediato c’è una grossa novità: si vota la modifica alla legittima difesa che tanto hai voluto.

Se dovessi prendere per buono quanto scrive Wikipedia, ti ricordo: Il Ministero dell’interno è un dicastero del governo italiano che ha competenza sull’ordine pubblico in quanto autorità nazionale di pubblica sicurezza di vertice in Italia.

Qualcosa ancora qui non va: tu dici “Si esce poco la sera compreso quando è festa. C’è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra”

E per questo ci legittimerai a difenderci da soli, tu Ministro di Pubblica Sicurezza ci dici: vi do una pistola e “Sparagli, sparagli ora e dopo un colpo sparagli ancora. Fino a che tu non lo vedrai esangue cadere in terra a coprire il suo sangue”.

Non ti sembra un po’ assurdo? Se mi difendo da solo, a che servono 278mila poliziotti, carabinieri, finanzieri, … e soprattutto a che servi tu capo di tutti loro?

 La televisione ci ha detto che il nuovo anno di Governo porterà una trasformazione: a scuola ci daranno i libri e ci faranno studiar da soli, in ospedale aboliranno l’anestesia perché ci opereremo tra noi, al ristorante invece cucinerà chi vuole…

tutti quanti stiamo già aspettando che sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno, ogni Cristo scenderà dalla croce anche gli uccelli faranno ritorno. Ci sarà da mangiare e luce tutto l’anno, anche i muti potranno parlare mentre i sordi già lo fanno.

Rispondi