Nuovo Aeroporto in Sicilia

Qualche giorno fa leggo sulla Sicilia e vi chiedo la pazienza di leggerlo:

ENNA – Gli ingredienti principali per realizzare un ampliamento dell’aeroporto di Catania sul territorio che ricade nel comune di Centuripe ci sono già. Un magnate australiano, Peter Iellamo, pronto ad investire finanziando l’opera, una Spa già costituita a Catania, la “Victoria aviation group” (con capitale interamente australiano), un progetto per realizzare la struttura firmato dall’Università Kore di Enna e lo studio dei venti che consentirebbe di abbattere i tempi di realizzazione avendo già dato, in un recente passato, esito positivo.

Le proiezioni ipotizzate dal punto di vista occupazionale sarebbero di circa 2.000 nuove assunzioni, mentre per l’area dove sorgerà la struttura si procederà in tempi brevissimi per la sua individuazione. Costo complessivo dell’opera ipotizzato tra un miliardo ed un miliardo e mezzo di euro coperti interamente dal privato.

Un’interlocuzione, si è detto in conferenza stampa, sarebbe stata già aperta anche con il governatore Musumeci che avrebbe giudicato positivamente il progetto. Non un solo centesimo sarebbe comunque chiesto a Regione o enti locali. L’investitore australiano, Peter Iellamo, manager 61enne a capo della Euro Pacific Capital Corporation, sarebbe già in grado di coprire i costi di realizzazione interamente anche attraendo e portando nuovi investimenti.

Previste oltre alle nuove infrastrutture aeronautiche anche servizi di manutenzione aerea a supporto dell’ampliamento verso l’interno della Sicilia del sistema aeroportuale del capoluogo etneo, in una prospettiva di sviluppo intercontinentale del trasporto aereo siciliano prevedendo anche le infrastrutture viarie di collegamento con l’aeroporto catanese. 

Che strano proprio negli stessi giorni in Tv c’è in onda Gomorra 4 che narra:

Genny ha cambiato radicalmente la sua vita. Ora vive in tranquillità con la sua famiglia fuori Napoli e ha investito in un enorme progetto che riguarda la costruzione del più grande aeroporto della Campania. Grazie anche all’aiuto del suo vecchio amico Michele Casillo, ora diventato un importante uomo politico, viene a conoscenza di Alberto, un imprenditore interessato a collaborare con lui al suo progetto assieme all’aiuto della sua fidata assistente Tiziana. Con l’aiuto di Alberto, Genny inizia a comprare tutti i terreni necessari alla costruzione del futuro aeroporto prima di presentare il progetto di appalto per la realizzazione dello stesso, in modo da pagarli a prezzi stracciati

Genny e Alberto si recano a Londra per concludere l’acquisizione della Wimpro, società indispensabile per la realizzazione del progetto dell’aeroporto. Hanno bisogno di una società straniera “pulita” per far partire i lavori…

Sono solo io che vedo strane analogie?

Un commento

Rispondi